Excite

Guida alle obbligazioni Enel 2011 e quotazioni sui mercati

L'emissione di bond Enel è stata un vero e proprio successo. Le richieste hanno superato di ben 5 volte l'offerta, pari a 2.250 milioni di euro, messa sul piatto dall'ex monopolista italiano dell'energia elettrica. Ecco un'utile guida alle obbligazioni Enel 2011 per districarsi tra quotazioni e mercati alla ricerca di un buon investimento per i propri risparmi.

Caratteristiche dell'emissione

L'emissione 2011 di obbligazioni Enel è avvenuta in due tranche del valore rispettivamente di 1 e 1,25 miliardi di euro. La prima, con scadenza 24 ottobre 2018, è stata piazzata ad un tasso del 5,750% mentre la seconda, con scadenza 24 giugno 2015, offre un rendimento lordo del 4,625%.

L'emissione e le aste di aggiudicazione sono state coordinate da alcune tra le più grandi banche europee come Barclays, BNP Paribas, Deutsche Bank insieme con le italianissime Intesa San Paolo e Unicredit.

La maggior parte delle richieste è arrivata da assicurazioni, banche e fondi comuni di investimento con una netta prevalenza di investitori stranieri in particolare inglesi, francesi e tedeschi. A testimonianza della voglia di investire in società italiane quando si tratta di colossi solidi finanziariamente come Enel.

Gli stessi dirigenti dell'ex monopolista hanno precisato che l'emissione di obbligazioni appena avvenuta è servita sostanzialmente per diversificare le fonti di finanziamento, per ripagare alcuni bond emessi in passato che andranno a scadenza a breve e soprattutto per allungare ulteriormente la durata media del debito della società.

Per ottenere una guida alle obbligazioni Enel 2011 e relative quotazioni è possibile far riferimento direttamente al sito della società nelle sezioni "News" e "Media & Investor" dove sono riportate in dettaglio tutte le specifiche dell'operazione ed il prospetto informativo.

Conviene investire nei bond Enel?

Come accennato sopra l'emissione presa in esame è stata rivolta esclusivamente agli investitori istituzionali. D'altro canto è prassi comune per gli istituti di credito vendere ai loro clienti i titoli comprati, presenti nel loro portafoglio.

Tradotto in altri termini ciò significa, che in maniera indiretta, anche un semplice e piccolo risparmiatore può ritrovarsi ad investire in questa tipologia di titoli. Da cui l'utilità di una guida alle obbligazioni Enel 2011 per districarsi tra quotazioni e andamenti di mercato.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016