Excite

Guida alle obbligazioni Bei sulle quotazioni e emissioni: come valutarle

Per poter effettuare degli investimenti in modo consapevole è indispensabile avere un minimo di conoscenze sulle terminologie e sui criteri a cui affidarsi, per poter stimare se un determinato prodotto o strumento finanziario è più o meno congruo alle proprie necessità.

Nel caso specifico vediamo una semplice guida per le obbligazioni Bei per comprenderne le quotazioni, valutare la convenienza delle varie emissioni, e riuscire a stimare la liquidità nei vari periodi di riferimento.

Guida all'emissione delle obbligazioni Bei: le quotazioni, le scadenze, le valute di emissione

Le obbligazioni Bei sono titoli emessi da un ente sovranazionale, ovvero la Banca Europea degli Investimenti, che offre garanzie di estrema solidità. La Bei utilizza questi strumenti finanziari per reperire i capitali necessari per finanziare i vari progetti a livello europeo. Le principali caratteristiche di queste obbligazioni, che possono essere tradotti tranquillamente in vantaggi, sono:

  • il rating (si tratta di obbligazioni AAA, quindi adatte anche a coloro che presentano un 'profilo di rischio molto basso'. Ma attenzione questo non implica che non via sia nessun rischio);
  • presentano un'elevata liquidità (sono al centro delle negoziazioni sul Mot, e questo porta un minimo scostamento tra 'prezzo lettera' e 'prezzo denaro', rendendole estremamente solvibili), quindi possono essere vendute prima della scadenza senza particolari difficoltà;
  • vengono emesse in varie tipologie di valuta (quelle che presentano un minor grado di rischio sono quelle emesse in euro, in quanto non vanno incontro al 'rischio cambio');
  • vengono emesse sia a cedola fissa che variabile (per le prime si conosce con esattezza il rendimento dovuto al flusso cedolare nel corso della durata, le seconde invece presentano dei rendimenti non preventivabili in quanto vengono indicizzate a dei parametri variabili indicati al momento dell'emissione, a meno che non venga previsto anche un rendimento minimo garantito).

Di seguito specifichiamo le linee guida sulle obbligazioni Bei, riguardanti sia le quotazioni che i criteri di valutazione anche attraverso esempi pratici.

Dove cercare le quotazioni e come valutarne i vantaggi economici

Un sito utile per vedere tutte le emissioni di obbligazioni Bei negoziate nel Mot, è investimenti.unicredit.it, che riporta l'intero elenco. Sotto la voce ISN si trova il codice internazionale che identifica in modo univoco solo quel determinato titolo. Sotto la voce cedola viene invece specificato il rendimento di una determinata obbligazione, mentre la scadenza indica la data esatta in cui l'emittente provvederà al rimborso dell'obbligazione alla 'pari' (ovvero pari al prezzo fissato al momento dell'emissione).

La divisa specifica la valuta di emissione, e le voci più importanti per definire la solvibilità dell'obbligazione è data dalla differenza (o spread) tra il valore lettera (o ask price, ovvero il prezzo a cui si può acquistare) e il valore denaro (o bid price, cioè il valore a cui si può vendere). Tanto più la differenza è vicina allo zero, tanto più il titolo è liquido.

Esempio di quotazione

Un esempio può essere utile, nell'ottica di una guida alle obbligazioni Bei, per le quotazioni, liquidità, cedole ecc: la BEI con scadenza il 15.10.2012 è in valuta (dollari ovvero USD) e paga una cedola pari al 4,25% annuo, inoltre il valore denaro (ovvero il prezzo a cui può essere venduta è pari a 103,640 mentre quello a cui può essere acquistato è di 103,740, entrambi sopra la pari, fissata a 100). Dalla loro differenza (spread Denaro/lettera) otteniamo +0,01, il che significa che il titolo è molto liquido, quindi facilmente vendibile, anche se il prezzo di acquisto è leggermente maggiore rispetto a quello di vendita.

La diversificazione, alla base della strategia di investimento

Al momento di scegliere una determinata obbligazione, bisogna comunque optare per titoli che presentano scadenze diverse, e che sono diversificati tra loro, e che soprattutto non si riferiscano ad un unico emittente.

Inoltre, bisogna evitare i titoli emessi in valuta diversa dall'euro a meno che non si abbia un'ottima conoscenza del mercato valutario, e degli elementi (anche politici oltre che economici) che influiscono sull'andamento delle valutazioni ad esempio aumento o abbassamento dei tassi di interesse, l'inflazione, ecc).

Elementi di base per comprendere le quotazioni delle obbligazioni.

Nel caso specifico è stata fatta una breve guida sulle obbligazioni Bei, sulle quotazioni, ma anche per capire il significato e come considerare i termini che vengono usati nei vari siti di finanza. Elementi che tuttavia possono essere usati a livello generale, anche per gli altri tipi di obbligazioni, in modo da riuscire a fare delle valutazioni più valide, rispetto alle specifiche esigenze, e soprattutto più consapevole.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016