Excite

Guida al finanziamento del fondo nuovi nati

Quando nasce un bambino la vita cambia e ci sono tante spese da sostenere. E’ per questo che alcune coppie si trovano in difficoltà e cercano dei piccoli prestiti per poter acquistare tutto l'occorrente ad accogliere al meglio il nuovo arrivato. Proprio allo scopo di alleggerire le famiglie è stato ideato il fondo nuovi nati, un sostegno economico nato dalla collaborazione del Governo con alcuni istituti di credito. Ecco una breve guida per capire come ottenere un finanziamento del fondo nuovi nati.

Come funzionano i prestiti e chi può accedervi

Innanzitutto c’è da specificare che il fondo nuovi nati permette di ottenere un finanziamento fino a 5000 euro da restituire in un massimo di 5 anni. Attualmente possono farne richiesta i genitori dei bambini nati o adottati nel 2009, 2010 e 2011 senza limitazioni riguardo al reddito o garanzie particolari da presentare, dato che è il Dipartimento per le politiche della famiglia a fare da garante presso la banca.

L’accordo tra il Governo e gli istituti di credito aderenti prevede l'erogazione di un finanziamento a tasso agevolato. Entrando più nello specifico, le banche si impegnano ad applicare ai prestiti un TAEG fisso che non può essere in nessun caso superiore al TEGM, ossia il tasso effettivo globale medio sui prestiti personali, vigente al momento della richiesta del prestito.

Per essere più chiari ecco alcuni esempi di prestiti da restituire in 60 mensilità:

  • 1000 euro – rate di 19.11 euro
  • 2000 euro – rate di 38,21 euro
  • 3000 euro – rate di 57,32 euro
  • 4000 euro – rate di 76,42 euro
  • 5000 euro – rate di 95,53 euro

Sono numerose le banche che aderiscono all’iniziativa ma non esiste una guida cartacea sul finanziamento - fondo nuovi nati. Per conoscere l’elenco completo degli istituti di credito, o avere informazioni più dettagliate sui prestiti, potete collegarvi al sito ufficiale del Fondo: Fondonuovinati.it.

La richiesta

Questa guida al finanziamento del fondo nuovi nati non sarebbe completa senza specificare come presentare la richiesta. Il modulo di domanda va compilato entro il 30 giugno dell’anno successivo alla nascita del bambino presso l’istituto di credito scelto, specificando le proprie generalità e quelle del neonato e autocertificando l’esercizio della patria potestà. Insieme alla banca, poi, bisogna concordare il piano di rimborso che può essere rateale ma anche in un’unica soluzione.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016