Excite

Finanziamenti: se le banche vi rifiutano provate con il microcredito

Ottenere dei finanziamenti, se si ha una posizione economica precaria e poche garanzie da offrire, è davvero difficile e molte persone in questo periodo di crisi rimangono fuori dall’accesso al credito. Questo avviene anche ai piccoli imprenditori italiani ma soprattutto agli immigrati, quest’ultimi sono in assoluto i più svantaggiati perché le loro imprese sono considerate a rischio.

Secondo l’indagine effettuata da Unioncamere in collaborazione con Nomisma e Crif, dal titolo “Finanza e comportamenti imprenditoriali nell’Italia multietnica” un imprenditore straniero su quattro nel nostro paese si vede negare un prestito e si vede costretto a chiedere aiuto a famigliari e amici.

Dal Bangladesh però, grazie all’economista premio Nobel Muhammad Yunus, è arrivata in Italia un’altra possibilità: il microcredito. Si tratta di piccoli prestiti o finanziamenti che vengono concessi a soggetti considerati ‘a rischio insolvenza’ da alcune banche e Onlus per finanziare attività artigianali, industriali, ecc.

Anche le Regioni stanno piano piano intervenendo per finanziare il microcredito che nel nostro paese potrebbe aiutare a risollevare qualche piccola azienda o impresa a gestione famigliare. La Regione Lazio, ad esempio, da qui al 2011 ha già stanziato 18 milioni di euro per sovvenzionare con un finanziamento fino a 20mila euro le imprese e fino a 10 euro privati cittadini.

Per avere maggiori informazioni sul microcredito nel Lazio contattate il numero verde di Investe Lazio, 800.264.525. In questo modo potrete conoscere anche le altre possibilità di finanziamento offerte della Regione.

Foto © Wikimedia.org

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016