Excite

Come richiedere finanziamenti in caso di avvio di attivià in franchising

Chi volesse dare inizio a un esercizio commerciale deve affrontare una serie di spese legate all'apertura del punto vendita: allestimento del negozio, spese amministrative e di natura burocratica. Pertanto si potrebbe rendere necessario chiedere un prestito finalizzato alla copertura di queste spese. Come fare per richiedere finanziamenti in caso di avvio di attivià in franchising?

Prestiti per l'avvio di attività in franchising

I finanziamenti in caso di avvio di attivià in franchising rientrano spesso nell'ambito degli incentivi all'imprenditoria giovanile e femminile definiti nell'istituto del prestito d'onore. In particolare, l'agenzia di riferimento a cui richiedere finanziamenti pubblici è Invitalia (già Sviluppo Italia), l'agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa.

Invitalia riconosce prestiti e agevolazioni per l'avvio di un'attività commerciale in franchising garantendo così l'attuazione alle norme relative all'autoimpiego. È importante sottolineare che il prestito viene concesso solo per l'avvio di attività in franchising riferite a franchisor convenzionati. Il prestito è riconosciuto a ditte individuali o società che rispettino precisi criteri: l'imprenditore individuale o la maggioranza dei soci deve essere maggiorenne, residente in Italia e in stato di disoccupazione.

Il prestito d'onore riconosciuto ai franchisee si compone di due parti: una a fondo perduto e una da restituire attraverso un mutuo concesso a tasso agevolato. L'ammontare finanziabile dipende dalla considerazione delle spese di gestione previste, dall'investimento da affrontare e dalle caratteristiche specifiche del mutuo da accendere, in particolare tasso, durata ed entità. Il mutuo, da restituire nell'arco di sette anni, non può in ogni caso essere inferiore al 50% del totale del finanziamento ricevuto.

Sui siti web www.autoimpiego.invitalia.it e www.invitalia.it è possibile reperire tutte le informazioni di dettaglio, le norme giuridiche di riferimento, nonché presentare la propria richiesta di finanziamento.

Altri canali di finanziamento

Oltre ai finanziamenti pubblici erogati da Invitalia ci si può rivolgere a banche e società finanziarie che propongono specifiche soluzioni di investimento destinate al franchising.

UniCredit, ad esempio, finanzia l'avvio delle attività in franchising dei suoi partner commerciali, quali, tra gli altri, Buffetti, Carpisa e Yamamay. Per avere informazioni mirate e dettagliate sulle iniziative di investimento è possibile contattare il servizio franchising del gruppo UniCredit all'indirizzo email serviziofranchising.ucbanca@unicredit.eu.

Progetto BNL Franchising è invece la soluzione proposta dal gruppo BNP Paribas (www.bnl.it). Il progetto prevede, per il franchisee, un ventaglio di strumenti idonei a gestire al meglio la propria attività commerciale, tra cui rilevano un finanziamento a breve termine per sostenere le spese iniziali, un finanziamento a lungo termine per sostenere l'attività nelle fasi successive all'avvio, conti correnti su misura, possibilità di noleggiare veicoli commerciali. Anche in questo caso, come accade per i finanziamenti proposti da UniCredit e per quelli pubblici erogati da Invitalia, il finanziamento è riconosciuto solo per l'avvio di attività commerciali dei franchisor accreditati dal soggetto finanziatore.

Il franchising, nuova opportunità di lavoro

Dopo aver visto come richiedere finanziamenti in caso di avvio di attivià in franchising, vale la pena fare una riflessione su questa figura contrattuale. Nel franchising si ritrovano le figure del franchisor e del frachisee, che stipulano un contratto in base al quale una parte concede la disponibilità all'altra, verso corrispettivo, di un insieme di diritti di proprietà industriale o intellettuale relativi a marchi, denominazioni commerciali, insegne ecc., così come definito all'articolo 1 della legge n. 129/04.

Il minor rischio imprenditoriale che deriva dall'aderimento a questo schema contrattuale, sommato alla possibilità di richiedere finanziamenti a tassi agevolati potrebbe rivelarsi un volano per la crescita dell'imprenditoria giovanile e femminile, con evidenti vantaggi per tutto il sistema economico.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016