Excite

Fiat Industrial: rivisti al rialzo gli obiettivi per l'anno in corso

Fiat Industrial ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 239 milioni di euro rispetto ai 130 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso ed ha rivisto al rialzo gli obiettivi per l'anno in corso stimando ricavi pari a circa 24 miliardi, con un utile della gestione ordinaria superiore a 1,5 miliardi , un indebitamento netto industriale di circa 1,6 miliardi e liquidità superiore a 4 miliardi circa.

Il contributo più importante è arrivato da Cnh (trattori e movimento terra), con un utile della gestione ordinaria di 381 milioni, contro 263 milioni del trimestre 2010. L'utile della gestione ordinaria di Iveco (veicoli industriali) è ammontato a 135 milioni (da 50 milioni), mentre quello di Powertrain è cresciuto leggermente, attestandosi a 24 milioni (23 milioni), dettaglia la nota.

Ci aspettiamo un secondo semestre positivo, ha affermato Marchionne, aggiungendo che sul debito netto sono state elaborate stime conservative; vedremo se il risultato sarà migliore. Questi numeri potrebbero di certo spingere alcuni analisti ad alzare le valutazioni sul titolo industriale, mentre i mercati già scommettono al rialzo. Il titolo Fiat Industrial ha chiuso, infatti, nonostante la chiusura in rosso del FtseMib dell'1,11%, al rialzo del 5,4% a 9,47 euro, sui massimi di seduta.

Intanto, oltreoceano, gli investitori guardano alle negoziazioni per il rinnovo del contratto di lavoro dei metalmeccanici americani. Le negoziazioni sono le prime da quando Chrysler e Gm sono emerse dalla bancarotta. I nodi delle negoziazioni sono: un riconoscimento per il rischio, un controllo dei costi e i posti di lavoro negli Stati Uniti.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016