Excite

Evasione fiscale: controlli a tappeto a Cortina d’Ampezzo

  • Infophoto

Non comincia bene questo 2012 per i commercianti e detentori di attività di Cortina d’ Ampezzo. Nella giornata del 30 dicembre in città sono piombati 8 ispettori dell’Agenzia delle Entrateche hanno effettuato controlli dettagliati sulle attività commerciali. È una delle prime operazioni relative alla lotta all’evasione fiscale, uno degli obiettivi del nuovo Governo Monti.

L’Ente fiscalefa sapere che "I ristoranti hanno registrato incrementi negli incassi fino al 300% rispetto allo stesso giorno dello scorso anno, i commercianti di beni di lusso fino al 400% rispetto allo stesso giorno dell'anno prima, i bar fino al 40% rispetto allo stesso giorno dello scorso anno (+104% rispetto al giorno prima)".

Il controllo degli ispettori ha riguardato anche le dichiarazioni dei redditi di 133 proprietari di auto di lusso di cui 42 appartengono a gente che ha dichiarato solo 30000 euro nel 2009 e nel 2010, altre 16 risultano avere come proprietari persone che hanno dichiarato 50000 euro lordi negli stessi anni fiscali citati, ancora, delle ultime 118, 19 risultano essere di proprietà di società che anno dichiarato bilanci in perdita, altre 37 di società che hanno documentato al fisco meno di 50000 euro lordi negli ultimi due anni fiscali.

L’operazione è stata alquanto impegnativa e importante sia per gli ispettori che sono riusciti a ricavare informazioni più che utili per la lotta all’evasione fiscale, sia per i titolari di attività commerciali che si sono visti rovinare i giorni più proficui dell’anno.

Oltretutto, come sostiene Luca Alfonsi, l’assessore municipale al commercio. “È uno shock per la località che così perde anche in immagine”. Il sindaco di Cortina, Andrea Franceschi, chiosa "I controlli e la lotta all'evasione sono sacrosanti, ma pensiamo ci voglia più rispetto per la gente che lavora e che dà lavoro. Non comprendiamo perché ci volessero 80 ispettori sul posto per scoprire che 133 auto di grossa cilindrata intestate a persone fisiche appartenevano a persone che dichiarano pochissimo. Sarebbe bastato un semplice controllo incrociato dei dati già in possesso dell'Agenzia, fatto direttamente dall'ufficio, senza mettere in scena uno spettacolo hollywoodiano che ha dato la sensazione di vivere in un vero e proprio stato di polizia".

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016