Excite

Draghi alla BCE, arriva l'ok del cancelliere Merkel

Oggi, il cancelliere tedesco Angela Merkel ha dato l'ok per la candidatura di Mario Draghi come successore di Jean-Claude Trichet alla presidenza della Banca centrale europea, tuttavia a Berlino si respira aria di polemica. I liberali dell'FDP, infatti, chiedono che la decisione sul candidato italiano sia accompagnata da un pacchetto complessivo di riforme per assicurare la stabilità dell’euro.

I socialdemocratici dell'SPD, il maggior partito di opposizione, puntano il dito contro la Merkel, i cui tentennamenti di queste ultime settimane, avrebbero in qualche modo danneggiato la figura del banchiere italiano e ha dichiarato che Draghi è molto preparato: conosce la politica, l’amministrazione e l’attività bancaria. Non c’è alcun motivo per dubitare della sua volontà di stabilizzazione. La Germania, in effetti, ha osteggiato a lungo la candidatura di Draghi alla BCE, non solo a causa del pregiudizio nazionale, che pure ha avuto il suo peso, ma anche per via della possibile candidatura di Alex Weber, il presidente della Bundesbank, la banca centrale tedesca.

Tuttavia, lo scorso febbraio, quando Weber ha dichiarato di non essere interessato al posto di Trichet, le probabilità, per Draghi, di passare alla guida della BCE, sono notevolmente cresciute. Draghi piace ai tedeschi, soprattutto per quel suo essere non tipicamente italiano, per le sue doti di analisi e il suo modo diretto di fare. L'unica pecca, sarebbe il suo passato da manager di Goldman Sachs, la banca accusata di aver aiutato la Grecia a nascondere i suoi debiti con operazioni di cosmesi contabile.

Fonte: linkiesta.it

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016