Excite

Disoccupazione: dagli USA doccia fredda per la ripresa economica

  • Foto:
  • Excite.co.uk

I mercati finanziari hanno guardato nuovamente agli USA per capire lo stato di salute dell'economia. In particolare venerdì pomeriggio, ore italiane, è stato diffuso il dato sulla disoccupazione, che mediamente nel mese di maggio è salito al 9,1 dal 9% di aprile.

Il tasso di disoccupazione è il più elevato dallo scorso dicembre. I nuovi occupati nel settore privato sono scesi a 83mila contro i 175mila previsti dagli analisti e i 251mila di aprile, dato rivisto al ribasso dalla precedente lettura di 268mila. Nella pubblica amministrazione si è invece registrato un calo degli occupati pari a 29mila unità, oltre i 24mila attesi e peggio del decremento di 19mila unità di aprile.

La Germania sta facendo meglio. La disoccupazione è calata a maggio per il 23esimo mese consecutivo grazie alla ripresa economica trainata dalle esportazioni, dagli investimenti industriali e, in misura più contenuta, alla ripresa dei consumi delle famiglie. Il tasso di disoccupazione (dati destagionalizzati) é sceso a maggio al 7% contro il 7,1% del mese di aprile, portando il numero dei senza lavoro sotto la soglia dei tre milioni e il tasso di disoccupazione ai minimi dal 1991, anno della riunificazione delle due Germanie.

In Italia invece il tasso di disoccupazione è sceso all’8,1% ad aprile, in diminuzione di 0,2 punti percentuali rispetto a marzo. È quanto risulta dai dati provvisori diffusi dall’Istat. Nel confronto con l’anno precedente l’occupazione è sostanzialmente stazionaria (-0,1%). Il tasso di occupazione è pari al 56,9%, in calo di 0,2 punti percentuali rispetto sia a marzo 2011 sia ad aprile 2010. Il numero dei disoccupati, pari a 2 milioni e 5 mila unità, diminuisce del 2,9% rispetto a marzo (60 mila unità in meno).

La crisi non è ancora alle spalle e i rischi restano elevati. Non solo per le persistenti turbolenze sul fronte dei debiti sovrani e le debolezze del sistema bancario. Ma anche per le incertezze legate a una ripresa che c'é, ma rimane fragile. Nell’Eurozona abbiamo ancora un livello di disoccupazione inaccettabile, lo ha detto il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016