Excite

Debito pubblico Italia, +1,9% a gennaio

Ancora in ascesa il debito pubblico, lievitato di altri 36,7 miliardi a gennaio rispetto al mese precedente, raggiungendo così quota 1.879,9 miliardi di euro. L’aumento è in buona parte dovuto all'accumulo delle attività del Tesoro presso la Banca d'Italia, come indicato dal Supplemento al Bollettino Statistico della banca centrale nazionale, pubblicato il 14 marzo di quest'anno.

A gennaio 2010 il debito era pari a 1.790,8 miliardi di euro, cosicché la sua crescita è stata del 4,9%. Rispetto al mese di dicembre, durante il quale il debito aveva raggiunto quota 1.843,2 miliardi, l'aumento è stato invece dell'1,9%.

Per quanto riguarda l’aumento delle entrate tributarie del Bilancio dello Stato, +6,4% rispetto a gennaio 2010, Banca d'Italia ricorda che il peso dei dati del mese di gennaio è però segnato dalla disomogeneità nei tempi e nelle modalità di contabilizzazione di alcune entrate e che il fabbisogno a gennaio è stato superiore di 6,1 miliardi rispetto allo stesso periodo del 2010, che aveva però risentito di fattori eccezionali.

L'aumento del debito pubblico solleva perplessità sulla cura Tremonti.Abbiamo tagliato da tutte le parti, è stata la replica del premier Silvio Berlusconi, ricordando che il problema è stato il vivere sopra le nostre stesse possibilità. Abbiamo ereditato un debito che è circa il doppio di quello degli altri Paesi europei - ha incalzato Berlusconi - e l'Europa ci ha dato un aut autdovete ridurlo di un ventesimo all'anno.

(photo © freedigitalphotos.net)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016