Excite

Debiti verso Equitalia: la prescrizione prevista dalla legge

Ricevere una cartella relativa a crediti inevasi da parte di Equitalia è uno degli incubi più diffusi tra i contribuenti del belpaese. Nella giungla di leggi e norme che regolano il nostro sistema fiscale spesso è facile incappare in omissioni od errori di compilazione che portano dopo anni a ricevere la tanto famigerata cartella. Detto ciò, risulta utile conoscere la normativa che regola la riscossione dei debiti nei confronti di Equitalia, prima che subentri la prescrizione.

Quali sono i termini di prescrizione?

Nel caso delle cartelle esattoriali sono previsti due distinti termini di prescrizione: uno quinquennale (definito prescrizione breve) ed uno decennale (definito prescrizione lunga). La Corte di Cassazione, nel corso della sua attività, ha avuto modo di chiarire che la prescrizione breve subentra in riferimento agli atti amministrativi che non hanno il carattere di periodicità ad esempio il pagamento di una multa. Viceversa, nel caso delle cartelle esattoriali, originate da crediti erariali in seguito al mancato versamento di IRPEF, IVA, IRAP e quant'altro viene utilizzato il termine lungo di dieci anni.

Da precisare che nel primo caso qualora si riceva una cartella per la riscossione di debiti da Equitalia, il termine di prescrizione della stessa, seppure quinquennale, ricomincia nuovamente a decorrere dalla data della notifica della cartella. In altri termini, la notifica della cartella interviene per interrompere il precedente termine di prescrizione che ricomincerà a decorrere dal giorno successivo a quello di notifica.

L'introduzione del concetto stesso di "prescrizione" nel nostro ordinamento giuridico è stata approntata al fine di porre un limite temporale all'esercizio di attestazione di un proprio diritto. Nel caso non lo si rivendichi entro un determinato intervallo temporale previsto dalla legge, si ritiene implicitamente che il beneficiario abbia rinunciato a far valere tale diritto e non potrà mai più rivendicare alcunché nei confronti di nessuna controparte.

Dove reperire maggiori informazioni?

La normativa che regola i tempi di prescrizione è contenuta nel nostro codice civile il quale prevede come già visto, un limite "standard" di dieci anni. Tempo che viene abbassato a cinque nel caso di pagamenti occasionali quali multe o addirittura a tre anni nel caso del pagamento del bollo auto.

Per conoscere maggiormente in dettaglio i tempi relativi alla propria situazione qualora siano stati contestati debiti verso Equitalia, la prescrizione può essere valutata recandosi direttamente sul sito web della società pubblica all'indirizzo www.gruppoequitalia.it

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016