Excite

Conto corrente cointestato a firma congiunta o disgiunta?

Il conto corrente cointestato permette a diverse persone, che al momento dell'apertura hanno apposto la firma sullo specimen (ovvero sul foglio dove vengono depositate le firme e che serve alla banca per poter fare i confronti per le firme che verranno effettuate per le operazioni e gli assegni), di gestire i versamenti ed i pagamenti legati al conto stesso. Non c'è bisogno che esista un grado di parentela tra i vari cointestatari e l'unica condizione è quella dell'apertura del conto corrente cointestato. Inoltre la partecipazione al conto spetta in percentuale uguale ai vari cointestatari, a meno di prova contraria. Esistono due tipologie di conto corrente cointestato: a firma congiunta e a firma disgiunta.

Conto corrente cointestato a firma congiunta

E' una forma non molto usata dalle banche, e generalmente quando previsto, sono gli stessi cointestatari che devono richiedere questa particolare tipologia, dato che è fortemente vincolante per le parti coinvolte. Ogni disposizione, dal semplice bonifico all'autorizzazione dell'emissione o pagamento degli assegni, fino alla richiesta della chiusura del rapporto, deve necessariamente riportare la firma di tutti i soggetti intestatari. Si tratta di una forma poco usata anche per le società. Nel caso di decesso il conto viene completamente congelato fino all'identificazione di tutti gli eredi, e normalmente si va verso la chiusura del rapporto.

Conto corrente cointestato a forma disgiunta

E' il tipo di conto corrente cointestato più usato perché tutti i cointestatari hanno la possibilità di gestire i versamenti ed i pagamenti, ma lo possono fare come se gestissero un conto intestato solo a se stessi. Anche la chiusura del conto può essere richiesta da uno solo degli intestatari, ma a patto che vengano riconsegnati tutti i mezzi di pagamento che sono collegati al conto. Nel caso di decesso, gli eredi subentrano al posto del parente deceduto, ma la situazione più agevole per tutti è quella di chiudere il rapporto.

Si può passare da un conto corrente cointestato a firma congiunta verso uno a firma disgiunta, e viceversa. Il vantaggio del conto corrente cointestato è rappresentato soprattutto dal risparmio che deriva dalla possibilità di aprire un unico conto, e quindi di contenere i costi legati ai rapporti bancari.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016