Excite

Le migliori carte ricaricabili gratis

Nell’era di internet, il commercio elettronico rappresenta un’opportunità di risparmio per i consumatori, tema quanto mai attuale in tempi di crisi; non è la panacea di tutti i mali ma spesso consente di acquistare a minor costo. Inoltre l’e-commerce, oltre a permetterci di risparmiare, ha anche il pregio di offrirci una scelta molto più vasta di quella dei negozi delle nostre città. Uno strumento di base per accedere alle compravendite on line è la carta di credito ricaricabile prepagata, che ci consente di interfacciarci con questo mondo. Esiste una cospicua offerta di carte ricaricabili gratis(ovvero senza canone):

Postepay - Un'ottima scelta tra le carte ricaricabili italiane è sicuramente la Postepay. Il costo di attivazione è 5 euro, le spese di ricarica sono di 1 euro; può essere ricaricata fino a 3mila euro ed essere utilizzata per fare acquisti in Italia e all’estero. Ne esistono diverse varianti che utilizzano il circuito Visa o Mastercard. Si tratta di uno strumento molto semplice, perché non c’è bisogno di avere un conto in banca, infatti spopola tra i giovani e tra chi fa acquisti on line. E’ facile da usare e, tramite il sito delle poste, permette di  effettuare numerose operazioni; inoltre può essere collegata ad una scheda sim Postemobile, che offre tariffe molto interessanti dal punto di vista dei costi.

Carta IWBank - Per chi ha già un conto con IWBank,  un’alternativa alla Postepay è la carta ricaricabile di questo istituto di credito. La carta utilizza il circuito VisaElectron, ha un plafond di 3mila euro, permette di prelevare fino a 500 euro al giorno, non ha spese di emissione o canone annuale e in caso di furto/smarrimento dà diritto a un rimborso. Le spese di ricarica per la carta sono pari a 0,75 euro.

Carta Flash - Un’altra buona offerta è la Carta Flash di Intesa Sanpaolo. Il costo di attivazione è di 4,90 euro; può contenere fino a 5mila euro, come le altre citate non ha canone annuale, permette un prelievo massimo giornaliero di 500 euro. Le ricariche, se avvengono on line o mediante bancomat, costano 1 euro, altrimenti in filiale arrivano a costare fino a 2,5euro.

Carta Credem - Questa carta non ha bisogno di conto corrente, non ha canone fisso ed ha una quota di emissione di 7,95 euro. I costi di ricarica vanno da circa 50 centesimi tramite Internet Banking a 0,99 euro con bonifico e 1,99 in una filiale Credem.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016