Excite

Carte prepagate: una rivoluzione in corso

Benché l'Italia sia ancora in coda tra i paesi europei per l'uso dei pagamenti non cartacei, pare che con le carte prepagate stia risalendo rapidamente la classifica.

Sempre più italiani infatti dispongono di una carta prepagata che, a differenza delle tradizionali carte di credito, non prevede la concessione di alcun credito. Non c'è così modo di sforare, perché la carta prepagata va ricaricata ogni volta, e permette di concludere transazioni economiche il cui importo non superi l'addebito al momento disponibile.

Le carte prepagate sono un ottimo strumento per gli acquisti online, e per questo richieste soprattutto dai più giovani. Ma ora anche i meno giovani tendono ad apprezzarne i vantaggi, soprattutto in termini di sicurezza per quanto appunto riguarda le transazioni su Internet. Addirittura tra la fascia dei disoccupati si è registrato un aumento del 5% nell'impiego delle carte prepagate, senz'altro dovuto alla pressoché assenza di percorsi di bancarizzazione necessari per ottenerne una.

Tra gli occupati invece, intervistati in una ricerca condotta per Masterdcard, quasi la metà si è detto interessato alla possibilità di accreditare lo stipendio sulla carta prepagata. In questa direzione si stanno implementando nuove funzionalità, che possono andare dagli incassi delle vincite al gioco (lotto, superenalotto, gratta e vinci) agli accrediti delle borse di studio per gli studenti universitari (progetto già intrapreso dall'Univesità di Salerno).

Secondo Matthew Lanford, responsabile prepagate MasterCard Europe: 'I risultati della ricerca dimostrano il forte interesse dei consumatori italiani nei confronti dei prodotti prepagati rispetto all'utilizzo dei contanti, sia nei piccoli pagamenti di ogni giorno sia per la gestione degli accrediti.'

(foto © guidaconsumatore.com)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016