Excite

Le carte prepagate: guida alle più diffuse

La continua ricerca d metodi di pagamento sicuri ed affidabili per effettuare gli acquisti online, ha portato a sviluppare un tipo di carta di credito che non attinge direttamente dal conto corrente, ma ha una propria riserva, che viene ricaricata dal proprietario del tanto desiderato: nel caso ci si trovi davanti a una truffa, come purtroppo succede, non potrà esser portato via più di quanto non sia presente sulla carta. Le carte di credito prepagate si poggiano sui principali circuiti monetari (Visa, Visa Electron e Mastercard). Vediamo quali sono le più utilizzate in Italia.

Postepay

La PostePay è in Italia, la carta di credito prepagata più utilizzata: viene emessa delle Poste Italiane ed ha una durata di cinque anni. Può essere ricaricata un numero illimitato di volte e consente i pagamenti in tutti gli esercizi che espongono il marchio Visa. Può essere intestata anche a minorenni, purché al momento del contratto compaia, almeno, la firma di uno dei tutori legali. La suddetta carta può essere utilizzata per effettuare prenotazioni aeree sul sito della EasyJet, senza dover corrispondere nessuna sovrattassa, come invece avviene con le altre carte di credito. Le spese di ricarica variano tra 1,00€, in caso di operazione svolta presso un ufficio postale e 2,00€ in caso di operazione svolta presso una ricevitoria.

Paypal

La carta PayPal, invece, fa parte del circuito Mastercard. Dà gli stessi vantaggi e le stesse opportunità della carta PostePay; il tetto massimo di ricarica è 10.000€ Con la carta PayPal si può effettuare la prenotazione aerea sul sito della Ryanar, senza dover pagare nessuna commissione supplementare. Le commissioni di ricarica ammontano a 0,90€ per importi fino a 400€, per cifre superirori sono gratuite.

Superflash

E' la carta prepagata distribuita dal Gruppo Intesa-San Paolo e operante su circuito Mastercard. Consente l'accredito di stipendi e pagamenti provenienti dall'area SEPA e l'acquisto in tutti i negozi che espongono il marchio Mastercard, oltre che su internet. Può essere ricaricata agli sportelli del gruppo bancario di riferimento, oltre che su internet nel portale apposito, a condizione di avere un c/c presso la banca. Le spese di ricarica sono gratuite per la prima operazione e se effettuate in contanti allo sportello automatico, costano 1,00€ se effettuate in filiale in contanti, tramite internet, o allo sportello con un'altra carta emessa da Intesa-San Paolo, 2,00€ se effettuata allo sportello con la carta di un'altra banca.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016