Excite

Confcommercio: quando la tessera associativa diventa carta di credito

La nuovissima tessera associativa della Confcommercio da quest’anno è anche carta di credito. Emessa da Deutsche Bank e inserita nel circuito Mastercard, può essere attivata sul conto corrente presso qualsiasi banca.

Si tratta del primo ed unico esempio di carta corporate nel mondo associativo nazionale. Una vera novità per tutte le imprese e gli imprenditori associati a Confcommercio, che potranno scegliere di attivarla direttamente sul proprio conto corrente (presso qualsiasi banca) per farne un uso aziendale o personale. Ovviamente, chi non vorrà attivarla potrà sempre utilizzarla come una normale tessera associativa, per accedere al sistema di vantaggi e convenzioni del mondo Confcommercio, stipulati anche a livello locale. L’obiettivo dell’organizzazione di categoria era offrire ai propri soci una tessera più ‘ricca’, di utilizzo quotidiano, che oltre ad essere uno strumento utile e vantaggioso di pagamento potesse rinforzare il legame di appartenenza a Confcommercio. Una tessera, dunque, da tenere nel portafoglio ed esibire con orgoglio. Esclusivo anche il design, curato da Armando Testa, con la scelta del colore nero che rappresenta il top di gamma nel mondo delle carte di credito.

Quali sono i suoi vantaggi? Innanzitutto è gratuita, permette di pagare ogni acquisto dopo il 50° giorno, non è gravata da alcuna imposta di bollo, non prevede commissioni per l’acquisto di carburante. Inoltre si porta in dotazione alcune vantaggiose coperture assicurative per i viaggi, dai servizi sanitari al soccorso stradale. Chi è abituato ad usare la carta di credito tutti i giorni, per un importo di almeno 500€ al mese, con lo corporate di Confcommercio può risparmiare un minimo di 750€ all’anno.

(foto © confcommercio.it)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016