Excite

Carta di credito virtuale: le migliori funzioni offerte dalle banche

La carta di credito virtuale è la risposta che le migliori banche hanno dato ai propri clienti, per garantire una maggiore sicurezza anche nel caso del loro impiego durante gli acquisti online, sfruttando i sistemi legati ai principi della crittografia. E tra gli strumenti di pagamento è quello che più si è avvicinato alle innovative esigenze generate dall'avvento di internet.

    cartasi.it

Una protezione in per gli internauti che fanno acquisti

Le abitudini degli italiani sono cambiate notevolmente negli acquisti, adeguandosi ad un atteggiamento tipicamente anglosassone, ovvero quella della spesa che corre per il web, con il duplice vantaggio di risparmio di tempo e di denaro.

Questa evoluzione è stata aiutata anche dalla diffusione della carta di credito virtuale, inizialmente proposta dalle migliori banche, per dare maggiore tutela ai clienti, a fronte anche della necessità di affidarsi a pagamenti solo elettronici, e in un secondo momento entrata a far parte del dna del sistema bancario italiano.

Pioniera in questa direzione è stata Banca Intesa che nel 2000, ha avviato, in collaborazione con Visa, il sistema 'Moneta Online' che utilizzava, ed utilizza il sistema del meccanismo 'usa e getta' dei codici usati per il pagamento. Questo esempio è stato seguito da Cartasì che nel 2002 ha lanciato 'la carta virtuale BankPass Web', e PayPal che ha dotato la propria carta di credito dello stesso servizio a partire dal 2006.

Grazie all'iniziativa di Cartasì, tutte le carte emesse direttamente dalla società ai propri clienti, o attraverso le banche convenzionate, si può usufruire del servizio di carta di credito virtuale. Il funzionamento è semplice, dato che per usufruirne è sufficiente registrarsi sul sito di Cartasì (cartasì.it), e biffare l'opzione relativa al servizio.

Ogni volta che verrà effettuato un acquisto online, verrà richiesto l'inserimento dell'apposito codice Pan, utilizzabile solo per quell'acquisto specifico. Questo esclude la possibilità di un uso fraudolento, perché anche nel caso in cui un hacker carpisse il codice, di fatto non potrebbe riutilizzarlo. Per tutti coloro che non possiedono una carta di credito del circuito Cartasì, è invece preferibile informarsi sui servizi di carta di credito virtuale eventualmente collegati, direttamente presso la propria banca.

Le carte di credito virtuali sono veramente sicure?

Il sistema basato sulla generazione di un codice Pan per ciascuna transazione di acquisto su internet fa sì che il servizio di 'carta di credito virtuale' conceda le migliori garanzie parte delle banche e dei gestori dei pagamenti elettronici in termini di sicurezza. Ma ovviamente perché il sistema funzioni, è necessario conservare in modo scrupoloso i dati ed i codici di sicurezza, che non vanno consegnati mai a nessuno, e diffidare di qualsiasi richiesta avanzata per email.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016