Excite

Carta acquisti 2015 per bambini, ecco come ottenerla

Sostegno della spesa alimentare, sanitaria e il pagamento delle bollette della luce e del gas. Sono questi i servizi offerti a tutti i cittadini che richiedono la Carta Acquisti e che posseggono i requisiti di legge necessari per ottenerla.

    Fonte Twitter @Mammarisparmio

Cos'è la Carta Acquisti?

Si tratta di una carta che vale 40 euro al mese e viene caricata ogni due mesi con 80 euro sulla base degli stanziamenti via via disponibili. Tra le caratteristiche richieste ai richiedenti, l’età è fondamentale. Possono infatti fare domanda gli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni e i bambini di età inferiore ai tre anni. Naturalmente nel secondo caso il titolare della carta è il genitore.

Dove si richiede?

La Carta Acquisti si può richiedere negli Uffici Postali presentando il modulo di richiesta con la relativa documentazione.

Per quanto riguarda la carta riservata ai bambini ecco i requisiti, pubblicati sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze, richiesti a chi ne vuole usufruire:

• età inferiore a 3 anni;

• essere in possesso della cittadinanza italiana; ovvero della cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea; ovvero familiare di cittadino italiano, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; ovvero familiare di cittadino comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; ovvero rifugiato politico o titolare di posizione sussidiaria;

• essere cittadino regolarmente iscritto nell’Anagrafe della Popolazione Residente (Anagrafe comunale);

• avere un ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente), in corso di validità, inferiore a 6.795,38 €;

• non essere, da solo o insieme all’esercente la potestà genitoriale/soggetto affidatario e all’altro esercente la potestà genitoriale/soggetto affidatario:

i) intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;

ii) intestatario/i di più di una utenza elettrica non domestica;

iii) intestatario/i di più di due utenze del gas;

iv) proprietario/i di più di due autoveicoli;

v) proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;

vi) proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo, inclusi quelli ubicati al di fuori del Territorio della Repubblica Italiana o di categoria catastale C7;

vii) titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 € ovvero, se detenuto all’estero e non già indicato nella dichiarazione ISEE, non superiore alla medesima soglia una volta convertito in Euro al cambio vigente al 31 dicembre dell’anno precedente la presentazione della dichiarazione ISEE.

    Fonte Twitter @VitaLowCost

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016