Excite

Btp Italia: di cosa si tratta

E' stata emessa la terza tranche di Btp Italia, titoli di Stato indicizzati all'inflazione che hanno ottenuto un grande successo presso i piccoli investitori ma anche con gli investitori istituzionali che hanno versato decine di milioni di euro. Sono molti i punti che sottolineano la convenienza di questo titolo la cui caratteristica principale è la sicurezza dell'investimento.

Btp Italia: prezzi, scadenze e cedole

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha emesso sul mercato Mot (DomesticMot) i Btp Italia (Buoni del Tesoro Poliennali), i primi indicizzati all'inflazione. Il Mot è il Mercato telematico di Piazza Affari gestito da Borsa Italiana dove vengono negoziati Titoli di Stato e obbligazioni non convertibili. Questo strumento finanziario è stato lanciato soprattutto per il piccolo risparmiatore con l'obiettivo di proteggere dall'inflazione e dall'aumento dei prezzi. Infatti le cedole semestrali dei Btp sono collegate all'indice Istat con un tasso minimo garantito del 2,55% e sono sicuri in quanto titoli di Stato.

La durata è quadriennale e saranno rimborsati al loro valore nominale il 22 ottobre del 2016, è previsto, inoltre, un "Premio fedeltà" dello 0,4% lordo per chi detiene il Titolo fino alla naturale scadenza. Il taglio minimo per l'investimento è di mille euro e non sono richieste spese di sottoscrizione. Oltre a questo va considerata la tassazione favorevole del 12,50%, aliquota fiscale adottata anche per gli altri Titoli di Stato ma comunque migliore rispetto alla tassazione applicata ai conti di deposito che è del 20%.

I Titoli per chi non li ha acquistati al momento della emissione sono negoziabili dal 22 ottobre sul Mot pagando, però, una commissione alle banche o agli intermediari che è tra lo 0,2%e lo 0,5% del capitale investito. Dopo l'asta di apertura si può accedere al mercato telematico il cui orario va dalle 9 alle 17.30, dal lunedì al venerdì.

Btp Italia: interessi a confronto

I Btp Italia hanno avuto un grande successo di richieste:infatti ne sono stai venduti 18 miliardi mentre nelle precedenti tranche ne erano stati venduti 7.291 miliardi a marzo (interesse lordo del 2,45%) e 1.738 miliardi a giugno (interesse lordo del 3,55%). Il tasso di interesse di questi ultimi Btp Italia è un po' meno alto (2,55%) rispetto a quello di giugno ma migliore se confrontato all' interesse dei Btp Italia di marzo.

Il direttore del debito pubblico al Ministero del Tesoro, Maria Cannata, ha affermato che il successo di questa obbligazione studiata per il risparmiatore domestico è stato superiore alle attese.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016