Excite

Brasile: l’ottavo gigante mondiale alle prese con le difficoltà della crescita

Boom della produzione industriale in Brasile: +10,94% nel 2010. Lo ha annunciato l'Istituto brasiliano di statistica (Ibge), secondo il quale si tratta dell'aumento più forte registrato da quando esistono statistiche affidabili, cioè dagli anni Sessanta. Nel primo trimestre del 2010 il boom della produzione industriale e' arrivato addirittura a +16%, mentre verso la meta' dell'anno la crescita ha rallentato, per poi riprendere verso la fine dell'anno e nel primo mese del 2011 (+9%) Ciononostante le quotazioni del Bovespa sono attorno ai livelli di inizio settembre 2010. Cosa sta succedendo all’economia latino-americana?

Il Brasile, oramai si sa, è l’ottava economia mondiale, primo esportatore al mondo di materie prime agricole e non, con un tasso di disoccupazione che nel 2010 è stato del 6,7%, cioè di 1,4 punti percentuali in meno rispetto al 2009, anche se il paese conta su 195 milioni di persone ed è, quindi, molto popoloso. Tuttavia i dati diffusi ad inizio gennaio sulla bilancia commerciale e la situazione generale emersa non lasciano dubbi su quel che sta avvenendo.

Innanzitutto la bilancia commerciale è scivolata di quasi il 20%, ai suoi minimi di otto anni fa, con importazioni in crescita del 42% contro le esportazioni del 32%. A sorreggere tale mercato, quello delle esportazioni, principalmente le esportazioni di commodities, mentre diminuisce l’export di manufatti. Il real, la moneta locale, ha continuato a crescere del 4,6% nel 2010 di contro al dollaro, rendendo ancor più costose le esportazioni e più economiche le importazioni. Inoltre il Brasile è fortemente dipendente dalla Cina, nuovamente sotto il fuoco di problemi legati all’inflazione e a bolle speculative. E come se non bastasse, deve far fronte ad un’inflazione cresciuta ben oltre il target del 4,5%. Tutto questo ha condotto, a partire dai primi giorni di gennaio di quest’anno, ad un significativo ritracciamento.

(foto © Freedigitalphotos.net)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016