Excite

BOT: minor rendimento e maggiore propensione al rischio

Il Buono Ordinario del Tesoro è un titolo zero-coupon, ovvero un titolo senza cedola, di durata inferiore o uguale a 12 mesi, emesso dal governo italiano a scopo di finanziare il debito pubblico.

Il 12 aprile il Tesoro dello Stato Italiano ha collocato 7,5 miliardi di euro di Bot a 12 mesi. Il rendimento, tuttavia, è disceso, dal 2,098% del mese scorso all'1,980% di questo mese, facendo segnare il ritorno sui minimi da febbraio. Sull'esito dell'asta ha pesato il rapporto tra la domanda e l'offerta: contro i 7,5 miliardi in offerta ne scadevano 8,25. La liquidità era abbondante anche grazie alla politica accomodante della Bce sulla concessione di rifinanziamenti al sistema bancario.

I rendimenti dei titoli di stato sono stati, inoltre, influenzati dagli umori del mercato: quelli dei titoli italiani salgono quando cresce l'avversione al rischio e peggiorano gli spread contro Bund, mentre scendono, come per l'ultima asta di BoT, quando gli investitori sono più propensi a diversificare al di fuori dei paesi europei core con rating AAA ma con rendimenti all'osso.

L'abbassamento dei rendimenti del BOT gioca tutto a favore del debito pubblico italiano, che, tuttavia, va detto ha un contenuto rischio di esposizione alle fluttuazioni dei tassi. Come ha spiegato il Mef (Ministero dell'Economia e della Finanza), un aumento istantaneo e permanente di un punto percentuale della curva dei rendimenti dà luogo ad un impatto sulla spesa per interessi in rapporto al Pil pari a 0,17 per cento nel primo anno, 0,37 per cento nel secondo anno, 0,48 per cento nel terzo anno, 0,55 per cento nel quarto anno.

(photo © freedigitalphotos.net)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016