Excite

Borsa: inizio di settimana in profondo rosso

Inizio di settimana col segno meno per le principali borse europee e mondiali. L'indice FtseMib chiude la seduta in forte calo (-2,53%), registrando ancora una volta la peggiore performance tra le principali borse europee, comunque in terreno negativo a causa di un nuovo ritorno dell'avversione al rischio, delle tensioni sui mercati obbligazionari dei paesi periferici di Eurozona (ieri mattina la spread Btp/Bund a 10 anni ha toccato 385 bp), e per l'andamento negativo di Wall Street. In forte calo i bancari, le due Fiat, Prysmian, Buzzi e Tod's, mentre positiva Enel Green Power dopo la pubblicazione della semestrale.

Gli occhi degli investitori si sono focalizzati principalmente sulla questione del debito USA e sul rischio di un rallentamento economico. La legge sull'innalzamento del debito pubblico americano permetterà di evitare il default tecnico, ma non ha finora scongiurato il rischio downgrade da parte delle principali agenzie di rating internazionali. L'indice sull'attività manifatturiera USA ha inoltre mostrato segni di rallentamento della crescita economica, così come le spese personali dei consumatori americani che sono diminuite a giugno dello 0,2%, mentre le attese erano per una crescita dello 0,2% (+0,1% a maggio).

Per tutti questi motivi anche gli indici USA chiudono le contrattazioni in territorio negativo: il Dow con il 2,19% in meno, l'S&P con il 2,75 in meno e il Nasdaq in rosso del 2,75%. Tendenza ribassista anche per l'azionario dell'Asia Pacifico, che avevano aperto la secondo seduta in lettera (Nikkei giù dell'1,2%, in rosso di circa l'1,3% anche Shanghai, pesante Seoul che arretra di oltre il 2%).

.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016