Excite

La Borsa di New York: guida agli indici

La Borsa di New York o in maniera più completa lo Stock Exchange di New York rappresenta il più grande mercato azionario esistente e contratta 1,46 miliardi di azioni al giorno. Capire le indicazioni che arrivano dallo svolgimento del mercato azionario vuol dire interpretare gli indici e adottare idonee strategie di investimento.

Principali indici della Borsa di New York

Negli Stati Uniti i mercati sono regolamentati dal Securities and Exchange Commission (SEC) che ha attribuito agli stessi mercati la possibilità di autoregolamentazione. Il NYSE è quindi un mercato dotato di responsabilità circa il monitoraggio delle attività che avvengono. Chi desidera accostarsi al mercato statunitense deve possedere indicazioni sulla lettura degli indici di borsa grazie ai quali è possibile controllare l'andamento del mercato. Gli indici sono dati che si ottengono attraverso la media ponderata riguardante le società quotate i cui titoli variano secondo gli equilibri di mercato dati da domanda e offerta. Più nello specifico gli indici sono un insieme di titoli che appartengono tutti a uno stesso settore (o borsa) e vengono valutati nel loro insieme.

Gli indici della borsa di New York sono fondamentalmente tre:

  • il Dow Jones Industrial Leverage: si tratta del più antico indice ed è calcolato valutando i 30 blue chips Usa, cioè i titoli di 30 grandi società americane leader nel proprio campo raggruppate in rapporto ponderato in base al loro prezzo. L'andamento di questi titoli è un buon indicatore del mercato nel suo complesso perché rappresentano circa 1/4 del valore dei titoli quotati e quindi una buona percentuale sul totale. Approfondite informazioni, dati e indici diversi sono consultabili al sito: dowjones.com
  • Standard & Poor’s 500: è un indice molto rappresentativo della economia statunitense perché riguarda le 500 aziende a maggiore capitalizzazione. E' curato dalla omonima agenzia di rating e il valore di mercato dell'azienda è proporzionale al peso attribuito. E' lo strumento più adatto per verificare lo stato di salute del mercato perché si riferisce alle aziende più capitalizzate, è anche lo strumento da tenere sotto osservazione per la speculazione perché in questo paniere ci sono i titoli importanti tra cui scegliere.
  • Il Nasdaq rappresenta le società tecnologiche e l'indice che ne riassume l'andamento è il Nasdaq Composite che comprende più di 3200 società quotate sul Nasdaq Store market. E' un indice basato sulla capitalizzazione flottante dove il flottante è uno dei parametri usati per la valorizzazione del titolo e si riferisce al numero di azioni circolanti emesse dalla società. Il Nasdaq 100, invece, comprende le 100 più grandi imprese americane e straniere. E' un indice basato sulla capitalizzazione del mercato e 4 volte all'anno subisce delle revisioni che possono modificare le ponderazioni dei titoli.

Indici di borsa: importanza e loro influenza

Bisogna inoltre ricordare che gli indici sono i dati che si ottengono attraverso la media ponderata riguardante le società quotate i cui titoli variano secondo gli equilibri di mercato dovuti a domanda e offerta ma anche ad altri fattori economici.

Quelli della borsa di New York influenzano le principali borse europee e parzialmente le borse orientali, di conseguenza i Paesi possono andare incontro a gravi crisi economiche dovute anche all'effetto globalizzazione.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016