Excite

Boom di carte prepagate in Italia

Da quando sono sbarcate in Italia nel 2002, per le carte prepagate è stata una diffusione a macchia d'olio lungo tutta la penisola. Il fenomeno ha subito un ulteriore accelerazione con l'aumentare delle transazioni online. Là dove generalmente si diffidava ad utilizzare la carta di credito vera e propria, adesso non si ha più alcun timore al momento di immettere le 16 cifre di quella prepagata.

Ma come funzionano queste carte? Funzionano allo stesso modo che le altre, permettendo chi ne dispone di accedere al circuito Visa o Mastercard ed effettuare pagamenti online come nei negozi. A differenza delle tradizionali carte di credito però, con le prepagate non è possibile effettuare acquisti che eccedano l'importo già versato nella carta stessa al momento della richiesta.

Le carte prepagate sono facili da ottenere e rapide, sufficiente un documento d'identità e il pagamento dell'importo della ricarica. Generalmente contemplano un costo di emissione e attivazione che può oscillare tra 5 e 20 euro. A differenza delle carte revolving, non ci sono interessi da pagare, visto che la somma di cui si dispone è già stata versata all'istituto di credito.

Le carte prepagate sono quindi ideali per chi non dispone di un conto corrente, per giovani e studenti cui viene in genere negata la carta tradizionale. Alcuni svantaggi possono essere i costi di ricarica che possono arrivare fino a 5 euro, la protezione in caso di frode non è certo la stessa di quella di una carta di credito vera e propria, così come nell'eventualità di disguidi (doppi addebiti, addebiti errati, ecc.) l'assistenza è vuoi carente e per il rimborso bisognerà pazientare tutto quello che non si era dovuto attendere al momento della richiesta per l'emissione della carta.

(foto © finanzalive.com)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016