Excite

Bonifici dall'estero, scatta la ritenuta d'acconto del 20% a partire da febbraio 2014

  • Getty Images

Una vera e propria trattenuta, sarà applicata, sulla base di un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, a chiunque riceva un bonifico dall’estero, a meno che la persona fisica non dimostri la natura extrareddituale della somma percepita.

Bonifici bancari, normativa e consigli utili per la corretta effettuazione

Gli effetti delle nuove disposizioni entreranno in vigore a partire dal 1 febbraio del 2014, anche se toccherà agli intermediari e quindi in primis alle banche effettuare i primi versamenti all’erario nel mese di luglio, a titolo di conguaglio delle ritenute maturate fino al 30 giugno dello stesso anno.

Difficile, al momento, fare una stima della platea di soggetti interessati dalla modifica del regime fiscale relativo ai versamenti in questione, mentre è certo che dopo l’iniziale fase di recupero delle somme con interessi per i primi 6 mesi del 2014, la ritenuta sarà applicata alla fonte dall’istituto bancario, incaricato tra l’altro di verificare la dichiarazione presentata dai contribuenti ai quali si rivolge la misura appena adottata.

Sempre all’Agenzia delle Entrate verranno segnalati i nominativi dei soggetti destinatari di bonifici dall’estero, in modo da attivare un monitoraggio costante sui loro movimenti finanziari. Restano fuori dall’area applicativa del provvedimento 2013/151663 (collegato all’articolo 4, comma 2, Dl n. 167/90 con le modifiche stabilite dalla legge 97/2013) soltanto i privati che riescano a dimostrare il legame tra i trasferimenti di denaro da Paesi esteri all’Italia e l’attività d’impresa o di lavoro autonomo esercitata, o in generale la natura esclusivamente patrimoniale degli importi percepiti durante l’anno.

Sarà necessario, a tal fine, che il contribuente intenzionato a chiedere l'esclusione dalle trattenute presenti un’autocertificazione preventiva, con descrizione estesa ai flussi futuri della medesima fattispecie giuridica, senza incorrere in errori o incongruenze nel rapporto tra beni e capitali detenuti o provenienti dall’estero.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016