Excite

Bollettino Borsa: europei e USA meglio degli asiatici

Se il Giappone, questa settimana, riprende fiato con un guadagno dell'1,54%, le borse asiatiche, nel complesso, registrano una settimana in calo: il Nifty con l'1,32% in meno, l'HSCEI, l'indice cinese, con l'1,89% in meno. Il Kospi, l'indice coreano, attualmente scambia settimanalmente sulla parità.

Bene invece le principali Borse Europee e USA: il Dax scambia settimanalmente con il 2,61% in più, il FTSE Mib con il 3,13% in più, l'S&P 500 con l'1,67% in più.

Le borse mondiali, dunque, soffrono attualmente di un evidente disallineamento, con le asiatiche, in genere, in rosso, e le europee e USA in positivo.

Pechino è risultata certamente appesantita dal report della Banca Mondiale, che, nonostante preveda un Pil in crescita per il 2011 (pari al 9,3% rispetto all'8,7% precedentemente previsto), ha rivisto al rialzo i prezzi al consumo, che aumenteranno del 5% quest'anno e del 3,4% il prossimo anno. Nello stesso tempo l'istituto ha lanciato l'allarme sulla possibilità di una crisi immobiliare in Cina, che avrebbe un grande impatto sull'economia e sui bilanci delle banche.

Il Nifty registra, invece, deboli risultati soprattutto a causa del settore IT e bancario, anche se va detto che a partire dall'11 febbraio ha effettuato un recupero che l'ha portato a testare la resistenza a quota 5944.8, mostrando ora di essere in ipercomprato.

Gli indici USA sono stati rassicurati dal discorso della presidente della Fed, Bernanke, che ha ridimensionato i rischi inflattivi, lasciato invariato i tassi, ma ridimensionato la crescita USA. E' di ieri, infatti, la notizia che il PIL degli USA è cresciuto nell'ultimo trimestre del 2011 dell'1,8% rispetto all'1,7% previsto in precedenza, ma in rallentamento rispetto a quello del quarto trimestre del 2010 pari al 3,1%.

Tuttavia, nonostante l'ottimismo del numero uno della Fed, cresce anche l'inflazione. Il PCE core è aumentato dell'1,5%. Si è trattato del più forte aumento dal quarto trimestre del 2009. Sul nostro FTSE Mib a trainare i rialzi sono stati soprattutto gli industriali e le utilities. Pioggia di report positivi hanno avuto per oggetto numerose aziende: Fiat, Fiat Ind., Saipem, Azimut, Ansaldo, Lottomatica e Stm.

(foto © nyse.com)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016