Excite

Benzina: i prezzi riprendono a correre

I prezzi della benzina tornano a correre questa settimana. Eni, infatti, è tornata a ritoccare al rialzo sia i prezzi di benzina che quelli del diesel di 1,2 centesimi. Di contro IP ha tagliato, anche se del solo diesel, il prezzo raccomandato di 0,5 centesimi.

Crescono di conseguenza i prezzi praticati sul territorio, con punte massime al Sud fino a 1,641 euro al litro per la benzina e 1,510 euro per il diesel.A livello paese il prezzo medio praticato nazionale passa dall'1,467 euro dei punti vendita Eni e TotalErg all'1,480 euro/litro degli impianti Shell, mentre il Gpl si posiziona tra lo 0,739 euro/litro dei punti vendita Eni allo 0,754 degli impianti IP e Shell.

I prezzi dei carburanti sono tornati a correre dopo che nell'ultima settimana il petrolio ha segnando nuovi rialzi. A livello settimanale il Light Crude Oil segna un progresso del +2,88%, mentre da inzio mese di luglio il +2,74%. Tra le motivazioni anche le nuove accise scattate dal primo di luglio e previste dal decreto Omibus per finanziare i fondi alla cultura.

Queste sono andate ad aggiungersi a quelle già applicate il 28 giugno per l'emergenza legata agli immigrati provenienti dal Nord Africa. Con le ultime norme del Governo l'accisa sulla benzina arriverà a 61,3 centesimi al litro, con un aumento complessivo, inclusa l'Iva, di ben 6 centesimi al litro.

Adusbef e Federconsumatori hanno rilevato che rispetto all' anno scorso i pieni di benzina tra costi diretti e costi indiretti aumenteranno di ben 488 euro con maggiori entrate per tasse che l' Erario incamererà. Per la benzina si tratta di maggiori entrate per 864 milioni di euro annui, per il gasolio di ben 1.800 milioni pari ad un totale di due miliardi e 664 milioni di maggiori entrate.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016