Excite

Benzina a prezzi record in vista dell'esodo di agosto

Anche se la crisi greca e l'innalzamento del debito pubblico degli Stati Uniti stanno investendo con le loro preoccupazioni anche le quotazioni del greggio (il Light Crude Oil scambia ad esempio settimanalmente in rosso dello 0,43%), la media nazionale del prezzo della benzina e del diesel continuano a segnare nuovi record. La benzina tocca un nuovo record a 1,624 euro/litro, mentre il diesel a 1,507 euro/litro.

Per questo motivo Federconsumatori e Adusbef tornano a denunciare il meccanismo della doppia velocità applicato dalle compagnie petrolifere, dato che la benzina non aveva raggiunto quota 1,64 al litro nemmeno quando il petrolio si attestava al record di 147 dollari al barile, in piena crisi libica.

Le responsabilità non sono d'altronde tutte e soltanto delle compagnie petrolifere, in quanto il governo ha aumentato le accise per ben 2 volte, per un totale di 6 centesimi in più, ed ha tagliato i trasferimenti alle Regioni, spingendole ad incrementare le addizionali regionali di circa +3 centesimi.

Secondo il Codacons si tratta della classica speculazione che le compagnie petrolifere attuano immancabilmente prima del grande esodo di agosto e che consente loro di incassare milioni di euro. Bastano, infatti, 2 centesimi di euro in più per incamerare 20 milioni di euro. E' offensivo - ha dichiarato Carlo Pileri, Presidente dell'Adoc- che proprio nella settimana dell'esodo estivo si raggiunga il record del prezzo rispetto allo scorso anno. Il prezzo della benzina è aumentato del 17,3%, un pieno costa oggi 12 euro in più del luglio 2010.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016