Excite

Benzina a prezzi record e stop al progetto Libera la benzina

La benzina verde tocca un nuovo record, raggiungendo in media una quota record di 1,63 euro a litro, mentre il diesel quella di 1,5 euro a litro. La debolezza della moneta unica, l'euro, che da inizio mese ha perso l'1,93%, e il rafforzamento del dollaro hanno avuto un riverbero immediato sui prezzi dei carburanti. La valuta di riferimento per i prodotti petroliferi è proprio la moneta statunitense.

Il Coordinamento nazionale unitario di Faib Confesercenti e Fegica Cisl ha deciso, intanto, per protestare contro la manovra, di indire uno sciopero per il giorno 27 e 28 di luglio prossimo. Gli impianti di rifornimento carburanti sia di rete ordinaria che di viabilità autostradale, afferenti a queste categorie, rimarranno chiusi.

Si tratta di una decisione presa, spiegano i benzinai, per rispondere alla decisione del Governo, all'interno del decreto sulla manovra, che avrebbe come obiettivo quello di bloccare l'iter parlamentare del progetto di legge Libera la benzina, presentato con le firme di 600 mila cittadini. Le associazioni chiedono pertanto lo stralcio dell'articolo, azione che non inciderebbe in alcun modo sulla manovra finanziaria e sui conti pubblici.

Il progetto di legge Libera la benzina, che ha avuto il suo avvio al Senato, si poneva come obiettivo il raggiungimento di una configurazione regolatoria del mercato più competitiva e concorrenziale, abolendo tra le altre cose il vincolo di fornitura in esclusiva finora imposto alle decine di migliaia di imprese di gestori e separando nettamente la fornitura/produzione dalla distribuzione. Intanto il Codacons calcola che il pieno di benzina verde costa 10 euro in più rispetto allo scorso anno, mentre quello del diesel raggiunge 12 euro in più.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016