Excite

BCE: tassi invariati, una buona opportunità per i mutui?

Lo scenario economico di grande incertezza ha portato la Banca Centrale Europea a lasciare i tassi di interesse invariati all'1,5%. La preoccupazione dell'istituto centrale si è focalizzata non più, come avveniva in precedenza, sul rischio di un rialzo dell'inflazione, che ormai è vista stabile al 2% fino a fine anno, per poi scendere nel 2012, ma sul rischio di un possibile rallentamento economico, confermato dalla scia di vendite che sta avvenendo nelle principali borse mondiali.

Il timore di un rallentamento economico

A conferma del rallentamento anche il superindice Ocse, che a luglio indica un rallentamento dell'attività economica nella maggior parte delle economie che ne sono membri. L'indice è sceso dello 0,5% a 101,6 punti, segnando il quarto calo mensile consecutivo. Il rallentamento è stato particolarmente consistente per Germania (-1%), Italia (-0,8%), Canada (-0,7%).

Euribor e Irs in piena retromarcia

L'impatto di questa decisione si è subito riflessa sull'Euribor, la cui crescita si è fermata ed ha innescato la retromarcia, con un calo rispetto ai massimi di luglio. Ancora più marcata la discesa dell'Irs, gli indici di lungo termine, scesi mediamente di oltre lo 0,80% in soli due mesi e tornati ai minimi storici del 3% toccati un anno fa.

Occasioni per i mutui a tasso fisso

Si apre così una nuova ed interessante opportunità per il tasso fisso, dopo che lo si era visto salire fin oltre il 5%. La situazione è favorevole non solo per chi debba sottoscrivere un nuovo mutuo, ma anche per chi, con una surroga a costo zero, voglia passare a una diversa soluzione maggiormente prevedibile.

Surroga, ma quante difficoltà

Tuttavia diverse banche hanno già iniziato a evitare di concedere la surroga a chi ne abbia già in passato fatto richiesta, con il rischio che anche chi lo presenta per la prima volta possa ricevere un rifiuto. La motivazione è prettamente economica dato che ogni meccanismo di questo genere può comportare per gli istituti una spesa fino a duemila euro.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016