Excite

Banca d'Italia: prestiti alle famiglie in crescita

Le famiglie italiane continuano a chiedere prestiti alle banche per i mutui casa, ma i tassi salgono sopra a quota del 3,3%. Questi i dati della Banca d'Italia, che mostrano come i prestiti siano aumentati ad aprile del 5,3% contro il 5,1% di marzo.

Crescono meno i prestiti al settore privato, arrivati al 4,2% ma in diminuzione dal 4,6% di marzo. Anche in questo caso i tassi sui finanziamenti erogati alle imprese sono aumentati, per la precisione di 12 punti base rispetto al mese precedente.

Di certo questi dati, complici i bassi tassi di interesse, sono un segnale di ripresa per la nostra economia, il cui Pil purtroppo stenta ancora a crescere (è fermo all'1%). Tuttavia va ravvisato che i tassi di interesse finora adottati in relazione al credito al consumo sono superiori alla media europea. Il rapporto tra il reddito a disposizione dei clienti e del credito ammonta attualmente al 12% (la media comunitaria è dell'11%).

Non è un caso allora che i ricorsi siano incentrati principalmente su conti correnti e mutui. Scorrendo i dati del rapporto Abf (dall'ottobre 2009, mese della sua costituzione, a tutto il 2010) si rileva come la maggior parte dei ricorsi arrivi da consumatori per controversie con banche (80%), di cui il 16% solo sui mutui. Ad aver inciso anche l'arrivo della normativa su portabilità ed estinzione. Sopra la media i ricorsi dal Centro Italia mentre il Sud è sotto la media, forse per scarsa informazione.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016