Excite

Aumento tassa della spazzatura nel 2013

La nuova Tares (tassa sui rifiuti e sui servizi) dal 1° gennaio prende il posto di Tarsu (tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani) e di Tia (Tariffa Igiene Ambientale). Introdotta dal Decreto salva Italia con la Legge 214/2011 porterà ai cittadini un aumento sulla tassa della spazzatura del 2013 che si calcola intorno al 25%.

Destinatari e rincari: ecco le novità

I destinatari che pagheranno la nuova imposta Tares sono tutte le persone fisiche e le imprese commerciali in grado di produrre rifiuti. Questa tassa servirà a pagare sia la raccolta dei rifiuti che i servizi legati agli spazi indivisibili come l'illuminazione pubblica, la manutenzione stradale e la sicurezza del territorio che erano oneri a carico dello Stato. Per quanto riguarda i serivi indivisibili comunali si prevede una maggiorazione tra 30 centesimi e i 40 centesimi di euro per metro quadrato, secondo la tipologia dell'abitazione.

La base imponibile sarà legata ai metri quadrati degli immobili, misura che è adottata convenzionalmente per individuare la quantità di rifiuti prodotti, inoltre la maggiore incidenza sul portafogli degli italiani sarà dovuta al fatto che si tratta di una tariffa che coprirà le spese comunali e non di un contributo come nel caso della precedente Tarsu. Secondo una recente dichiarazione di Unioncamere l'aumento della tassa spazzatura 2013, la Tares, potrà essere del 50% in più rispetto alla Tarsu, soprattutto per le aziende legate alla ristorazione ma anche per case di cura ed ospedali che subiranno un incremento della spesa.

Sul rincaro che si abbatterà sui cittadini e sulle PMI concorda anche uno studio di Confcommercio che parla di un aumento dei costi medi pari al 400% per la ristorazione e del 600% per discoteche e servizi ortofrutticoli. Al tributo non verrà applicata la maggiorazione Iva del 10% come accaduto precedentemente in alcuni Comuni con la Tia.

Quando si pagherà

Il pagamento della Tares è previsto in 4 rate, infatti si pagherà ad aprile (che comprenderà anche la rata di gennaio), a luglio e a dicembre per mezzo di bollettini postali o con il modulo F24. Per chi vorrà sarà possibile anche il versamento in una unica soluzione nel mese di giugno.

L'aumento della tassa sulla spazzatura nel 2013 è dovuto alle difficoltà dei Comuni nel fornire i servizi e a Dicembre i Comuni stessi effettueranno il conguaglio in caso decidano l'aumento a 40 centesimi di euro (invece che a 30) al metroquadro.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016