Excite

Prezzi al consumo, rincari fino al +10%

Mentre tutti i politici, in Italia e all’estero, non tengono conto dell’aumento dei prezzi delle materie prime, oggi arriva intanto una nota di Confcommercio, che prevede un aumento dei prezzi al consumo del +10%.

E’ dal mese di gennaio 2011, però, che sono emerse, presso alcune associazioni imprenditoriali del nostro Paese, alcune preoccupazioni circa una prossima e repentina ripresa della crescita dei prezzi al consumo. Federgrossisti, aderente a Confcommercio, ha stimato che gli aumenti del prezzo dello zucchero sono stati tra settembre 2010 e gennaio 2011 pari al 26%, anche Assolatte e Federalimentare (aderenti a Confcommercio) hanno segnalato, nella prima parte del mese di febbraio 2011, che a causa dell’incremento dei prezzi delle materie prime, gli aumenti dei prezzi al settore distributivo non sembrano più differibili.

In sostanza aumentano le richieste di aumenti di listino, da parte dell’industria nei confronti del commercio, in fase di definizione dei nuovi contratti di fornitura. Ma quanto potrebbero incidere sui prezzi al consumo? Confcommercio, l’associazione guidata da Carlo Sangalli, ha elaborato una simulazione e ha stimato che l’incidenza potrebbe essere fino al +10%. E’ evidente che l’impatto sul bilancio familiare sarebbe tremendo, considerando che il Pil del nostro Paese ancora arranca ed è fortemente dipendente dalla domanda estera.

Dato che la politica stenta ancora ad intervenire in materia, le soluzioni per far fronte a questi aumenti sono affidate alle singole famiglie del nostro Paese. Tutto questo porterà inevitabilmente ad una contrazione dei beni alimentari meno necessari, che di solito prevedono un alto margine operativo lordo, una corsa ad alternative più economiche e alla ricerca di offerte competitive. In caso di scenario di persistente crescita dei prezzi delle materie prime, non sarebbe nemmeno da escludere un investimento oculato su di essi o la scelta di obbligazioni inflation linked.

(foto © KevinLallier su Flickr)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016