Excite

Assicurazioni sanitarie: un aiuto da quelle private

In Italia, fin dal 1978 è in vigore la legge sul Servizio Sanitario Nazionale che garantisce a tutti i cittadini l’accesso a diagnosi e cure nelle strutture pubbliche o convenzionate. Purtroppo il sistema non riesce a sostenere il peso dell'intera sanità italiana e per questo alcune compagnie private offrono ai cittadini un'integrazione, a volte un'alternativa, al Servizio Sanitario Nazionale. A fronte di un premio periodico da versare alla compagnia, questa infatti si sobbarca l'onere di rimborsare, parzialmente o totalmente, i costi sostenuti per spese sanitarie e prestazioni mediche private.

Le polizze assicurative sanitarie si distinguono, a grandi linee, in polizze indennitarie e polizze a rimborso. L'assicurazione sanitaria indennitaria garantisce un'indennità giornaliera in caso di ricovero in strutture sanitarie, mentre quella a rimborso garantisce appunto il rimborso delle spese sostenute per trattamenti, diagnostica e ricoveri.

Secondo gli ultimi dati forniti dal Ministero della Sanità, le patologie croniche più diffuse sono l'artrosi e le artriti (18,3%), l'ipertensione arteriosa (13,6%), e le malattie allergiche (10,7%). I due grandi gruppi di cause di morte che da soli spiegano quasi tre morti su quattro (70%), sia tra gli uomini che tra le donne, si confermano, come ormai da molti anni, le malattie del sistema circolatorio e i tumori. Tra quest'ultimi si assiste ad un aumento dell'incidenza del tumore colon rettali, anche se va detto che i miglioramenti terapeutici hanno determinato un aumento della sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi del 58%. E' evidente che un'assicurazione sanitaria privata, in caso di cure gastroenterologiche prolungate ed in centri specialistici privati, potrebbe rappresentare un grande aiuto per il paziente.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016