Excite

Assicurazioni false: come difendersi

Bande specializzate hanno organizzato l'attività di call center telefonici e di informatici sul web per mettere a segno numerose truffe a carico di ignari automobilisti allettati dai prezzi di polizze Rc auto convenienti. Le assicurazioni false, anche se acquisite in buona fede, mettono l'automobilista in una grave situazione perché, per la legge, risulta senza copertura assicurativa. Esiste però il modo per difendersi da questa tipologia di truffe.

    Youtube.com

Il sito Ivass per tutelare dalle frodi

Coloro che incorrono in un incidente automobilistico e hanno assicurazioni false o rilasciate da agenzie non autorizzate ad operare dall'Ivass in Italia non hanno alcuna copertura assicurativa, incorrono in una sanzione di 3.194 euro e possono avere l'auto sequestrata. Inoltre dovranno risarcire personalmente l'eventuale danno provocato dal sinistro che se coinvolge persone ferite rischia di essere estremamente ingente. Tra le finte assicurazioni sono state trovate anche molte polizze temporanee: si tratta di contratti stipulati da chi usa il proprio mezzo per brevi periodi e per questo motivo cerca polizze assicurative con scadenze brevi, adeguate alle sue necessità. Le false compagnie di assicurazione si sono avvalse di nomi simili a quelli di compagnie abilitate nel ramo Rc Auto o nomi simili a quelli di compagnie abilitate in Italia ma non nel ramo Rc Auto.

I modi per difendersi sono essenzialmente due: innanzitutto non credere alle compagnie che propongono premi assicurativi oggettivamente troppo bassi e poi fare una semplice verifica sul sito dell'Ivass (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) che ha preso il posto dell'Isvap ed è stato creato mediante decreto legge 6 luglio 2012 n. 95. La verifica consiste nel consultare le pagine con l'elenco degli avvisi relativi a imprese non autorizzate e l'elenco degli avvisi relativi ai casi di contraffazione. Inoltre, sempre sul sito, è possibile visionare l'elenco delle imprese italiane ed estere autorizzate a svolgere attività di copertura assicurativa in Italia. In caso di dubbi esiste il numero verde dell'Ivass: 800-496661 attraverso cui si potranno avere informazioni dal Contact Center Consumatori.

Un'occhiata anche al R.U.I.

Nel caso si entri in contatto tramite web con un intermediario assicurativo sarà indispensabile controllare che sia regolarmente iscritto al R.U.I., Registro Unico degli Intermediari Assicurativi o che il suo nome risulti nell'elenco degli Intermediari stranieri per non rischiare assicurazioni false. Inoltre, sempre sul sito Isvap, è possibile consultare il Regolamento n. 34, 19 marzo 2010 che dispone circa le coperture assicurative proposte attraverso internet o attraverso il telefono.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016