Excite

Assicurazione giornaliera per le moto: la polizza per i centauri occasionali

Il mercato delle polizze assicurative si arricchisce ogni giorno di nuove offerte. Le proposte delle diverse compagnie sono sempre più tarate sulle effettive esigenze dei consumatori, i quali sono costantemente alla ricerca di tariffe elastiche e soprattutto convenienti.

Al contrario dell'auto è risaputo che la moto è un mezzo stagionale o quantomeno caratterizzato da un uso discontinuo. Sono molti i centauri che utilizzano la loro moto solo in primavera/estate, lasciandola in garage per il resto dell'anno salvo che in sporadiche occasioni. Le compagnie assicurative conscie di queste esigenze, negli ultimi tempi hanno iniziato a proporre delle polizze a consumo, ovvero valide solo per determinati periodi di tempo.

L'ultima nata in questo settore, che permette di avere una flessibilità massima, è l'assicurazione giornaliera moto. Com'è evidente dal nome, questa tipologia di contratto offre la possibilità di sottoscrivere la polizza assicurativa anche per un solo giorno.

Data l'estrema flessibilità e la ridotta durata temporale di queste polizze, le varie compagnie consentono di attivarle in maniera rapidissima. E' sufficiente inoltrare la richiesta sul loro sito web oppure tramite telefono, fornendo direttamente i dati ad un loro operatore, per poi effettuare il pagamento mediante carta di credito.

Se la procedura di sottoscrizione viene completata con successo, non resta altro da fare che stampare una copia del contratto che si riceverà per e-mail. Nel giro di pochi minuti saremo pronti a metterci alla guida della nostra moto perfettamente in regola.

In merito alla copertura, la polizza giornaliera è del tutto equivalente alla polizza annuale: comprende la responsabilità civile per danni causati verso cose o persone quando siamo alla guida, l'assistenza stradale e legale, la permanenza della classe bonus malus, etc.

Le occasioni per approfittare di questa tipologia di contratto possono davvero essere tante e presentarsi più spesso di quanto si pensi. Potrebbe capitare di provare una moto il cui proprietraio ha però sottoscritto una polizza assicurativa a guidatore unico (molto in voga in questi ultimi tempi e dedicate ai clienti con qualche anno di esperienza in più sulle spalle e con provata affidabilità) oppure potrebbe presentarsi la necessità di dover spostare una moto da un luogo all'altro non avendo la possibilità di caricarla su di un furgone adibito al trasporto.

Va detto che tale estrema flessibilità la si paga in termini di premi maggiorati. In giro per la rete è facile trovare commenti di utenti che sottolineano i costi proporzionalmente più elevati di questo genere di soluzione.

Molti consigliano esplicitamente di mantenere la polizza annuale (o al limite quella semestrale) senza doversi porre ogni volta che si vuole usare la propria moto il problema di sottoscrivere l'assicurazione. In effetti, tale procedura nel lungo periodo potrebbe ottenere l'effetto opposto di disincentivare l'uso della moto invece di facilitarlo.

 

 

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016