Excite

Assicurazione furto e incendio: ecco come funziona

Molti non lo sanno, oppure non ci fanno caso. Eppure, la copertura assicurativa di un mezzo (auto o moto che sia) si distingue in RCA (la responsabilità civile, che è obbligatoria) e assicurazione furto e incendio. Come funziona è domanda quanto mai pertinente, considerato che svariate sono le precisazioni da fare in merito. Ecco, di seguito, una guida su come navigare nel mare magnum delle polizze.

Incendio e furto: come tutelarsi

Le assicurazioni di responsabilità civile (RCA) non tutelano i danni che possono derivare al veicolo assicurato da eventi come il furto e l'incendio. Ci vuole, insomma, un'altra polizza: un'assicurazione contro furto e incendio. Come funziona?

La copertura contro il furto tutela l'auto per tutti i danni che possono derivare non solo dal furto vero e proprio, ma anche da tutti i tentativi di furto o di scasso non riusciti, fino alla totale distruzione del veicolo. Inoltre, le polizze furto coprono anche il furto di ogni singola parte dell'auto, ma non la sottrazione degli oggetti che si trovano all'interno dell'automobile, né il loro furto specifico (il caso, cioè, in cui l'oggetto che si trova all'interno dell'automobile viene rubato, ma non viene rubata l'autovettura che lo conteneva), né del loro furto se erano nell'auto al momento in cui questa è stata rubata. Parti parziali del veicolo, come ad esempio ruote, specchietti, etc, rientrano nella polizza in oggetto, ad eccezione degli oggetti/elementi presenti all'interno del veicolo nel momento del furto stesso.

Le polizze contro l'incendio tutelano il veicolo, invece, dai danni causati non solo dagli incendi, ma da tutti eventi legati al fuoco, come scoppi, fulmini, anche dovuti a cause interne come corto circuiti o surriscaldamento del motore. Sono, però, escluse dalla copertura tutte le cose che sono contenute all'interno dei veicolo. Anche in questo caso, così come per il furto, gli oggetti/elementi presenti all'interno del veicolo non saranno soggetti al risarcimento assicurativo che avrà entità per il valore di mercato del veicolo. Nel prossimo paragrafo ci addentrerermo, a tale proposito, nel campo del risarcimento, argomento molto importante per entrambe le parti in causa.

Risarcimento, distruzione, danneggiamento

Se il veicolo è stato sottratto o distrutto, l'assicurazione paga tutto il suo valore commerciale al momento del furto. Se invece è stato solo danneggiato, l'assicuratore rimborserà solo le parti danneggiate o sottratte. La polizza RCA, al momento del furto, non è da considerarsi più valida: l'assicuratore è, quindi, tenuto a rimborsare le partiche che non sono state godute. Invece, l'assicurazione contro il furto va pagata fino alla sua scadenza, anche dopo il furto.

Il risarcimento fa riferimento, come nel caso del furto, al valore commerciale del veicolo al momento dell'incendio. Anche questa polizza, in modo analogo al furto, distingue fra distruzione e danneggiamento: la distruzione prevede il risarcimento di tutto il valore della macchina, mentre il danneggiamento prevede il pagamento all'assicurato del solo valore delle parti danneggiate. Ovviamente non sono coperti gli incendi causati con dolo o con colpa dall'assicurato o da suoi congiunti. Possono, invece, essere inclusi su richiesta e maggiorazione del premio atti vandalici o eventi atmosferici.

Qualche offerta

La polizza furto e incendio dell'automobile viene spesso offerta dalle case automobilistiche come incentivo all'acquisto di un modello nuovo. Si tratta di una leva promozione e pubblicitaria per spingere all'acquisto i potenziali acquirenti ancora in dubbio sul da farsi. Andando oltre, sappiamo bene che la spesa consistente è caratterizzata dalla polizza RCA: incendio e furto incide solo sul 20-30% della spesa totale.

AURORA: grande offerta, quasi da non credere: 479,96 Euro. Comprende: assicurazione obbligatoria, incendio e furto/rapina, assitenza di carroattrezzi per un anno. Dal 2005 Aurora Assicurazioni propone un nuovo servizio, che permette ai familiari di essere assicurati nella stessa categoria in cui è effetivamente assicurato il capo famiglia. Logicamente, se esso si è mostrato nel corso di tempo affidabile e sicuro, cioè non ha avuto gli incidenti, etc. per un certo periodo.

RAS: il risparmio, in questo caso, è considerevole se si proviene da altra compagnia: la nuova assicurazione fa pagare 360 Euro a semestre, compreso un rimborso in caso di chiamata del carro attrezzi (fino a 150 euro) e macchina sostitutiva.

Unipol-Linear: Linear è l'assicurazione on-line legata al gruppo Unipol e costa il 25% in meno rispetto alla polizza tradizionale: Unipol stessa, per un 1600 di cc. assicurato contro il furto per circa 16.000 Euro rilascia una quietanza inferiore a 700 Euro annui (7°classe), che, fatte le dovute considerazione, risulta essere appena maggiore di quello preventivato in rete con la Linear. Il gruppo è, insomma, solido e affidabile.

Da Unipol a Royal Insurance: vale lo stesso discorso fatto in precedenza con RAS: in questo caso, per un veicolo di segmento medio (e cilindrata 1400 cc.) si spenderanno circa 350 Euro a semestre, invece di 520 (10°classe). Nel prezzo è compresa anche l'assistenza legale in caso di incidente ed il servizio gratuito di assistenza 24 ore su 24 con Targa Assistance.

Ricordatevi di rendere le chiavi...

Nota bene: il documento più lungo da ottenere come tempistica è la perdita di possesso. Appena si ha questa carta tra le mani, basterà inviarla in compagnia: così il risarcimento arriverà dopo qualche settimana. In alcuni casi -molto importante - sarà obbligatorio rendere le due chiavi in vostro possesso. Infatti, qualora alcune compagnie lo precisino nelle esclusioni di polizza, e il cliente dimenticherà di rendere tutte le chiavi, la stessa assicurazione potrà tranquillamente non soddisfare le richieste del defraudato... Motivo in più per "studiare" l'assicurazione furto e incendio: come funziona questa polizza è tutto tranne un fatto scontato.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016