Excite

Assegni familiari: a chi spettano e come riceverli

Gli assegni familiari servono ad aiutare i nuclei familiari di lavoratori dipendenti – pubblici e privati – e di pensionati da lavoro dipendente che hanno un reddito al di sotto delle fasce massime stabilite dalla legge. Quali sono i requisiti per chiedere gli assegni familiari, chi paga e a chi inoltrare la domanda? Facciamo chiarezza

    Twitter

A chi spetta?

Possono richiederlo i lavoratori dipendenti in attività ma anche i cassanintegrati, i lavoratori in mobilità, quelli in malattia o maternità, i disoccupati indennizzati, i pensionati che hanno svolto lavori dipendenti e i lavoratori con contratto a termine. Il requisito principale è il reddito familiare costituito da quello del richiedente e da quello di tutte le altre persone del nucleo. Il reddito annuo non deve infatti superare delle soglie che ogni anno l'Inps comunica tramite una circolare visionabile sul sito. Fanno parte del nucleo familiare il coniuge anche se non convivente, i figli minorenni, i figli maggiorenni inabili, fratelli sorelle e nipoti inabili e familiari residenti all'estero di cittadino straniero. Se il nucleo è composto da almeno 4 figli si considera l'età di questi (deve essere inferiore a 18 o 21 nel caso i figli siano studenti o apprendisti).

Come presentare la domanda?

Con modalità telematica attraverso il portale online e previo possesso del PIN oppure contattando il Call Center attraverso il numero gratuito da rete fissa 803164 oppure lo 06164164 a pagamento da cellulari. La domanda può essere anche inoltrata attraverso i servizi telematici offerti dai patronati. Se la domanda dovesse venir presentata dopo l'insorgenza del diritto gli arretrati verranno corrisposti nel limite dei 5 anni precedenti. Se il reddito familiare dovesse variare è necessario presentare nuovi modelli reddituali.

Chi paga?

A pagare sono i datori di lavoro in occasione del pagamento della retribuzione. Il datore di lavoro chiederà poi all'INPS il rimborso delle somme pagate. I pensionati vengono pagati direttamente dall'INPS insieme alla rata di pensione così come come gli operai agricoli dipendenti, i disoccupati e le colf. Anche in questo caso a pagare è la Previdenza Sociale.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016