Excite

Aliquote Tasi 2014 a Milano, Torino e Roma: importi e detrazioni

La Tasi è la nuova tassa sulla prima casa e sulla seconda casa. Una volta scaduto il termine per l'invio delle aliquote verranno stabilite le due rate da pagare per il sedici ottobre e per il sedici dicembre. Per i comuni che non hanno inviato le aliquote si provvederà al pagamento in una sola soluzione entro il sedici dicembre. Ci sono state molte discussioni su questa imposta ed è probabile che il suo effetto vada ad annullare il bonus di ottanta euro previsto dal governo di Matteo Renzi.

    Getty Images

I parametri massimi e la Tasi a Torino

La Tasi varia da comune a comune anche se ci sono dei parametri massimi entro i quali si possono muovere i comuni per fissare l'aliquota. C'è grande interesse per comprendere come si sono mossi i comuni più importanti. Per quanto riguarda la prima casa il massimo è 2.5 per mille, mentre per la seconda casa è il 10,6 per mille. I comuni hanno la facoltà di aggiungere uno 0,8 per mille a propria discrezione.

Leggi le news sui mutui

Il comune di Torino ha scelto l'aliquota massima. Per quanto riguarda la prima casa il capoluogo del Piemonte ha imposto ai propri cittadini un'aliquota, per la prima casa, del 3,3 per mille. Una scelta che non è stata, ovviamente, vista di buon occhio. E' possibile ottenere detrazioni per i figli, fino a 26 anni, residenti nell'immobile per gli immobili con rendita catastale fino a 700,00 euro.

La Tasi a Milano e Roma

Diversa la scelta fatta dal comune di Roma che ha lasciato l'aliquota massima determinata dallo Stato, ovvero il 2,5 per mille sulla prima casa. Nella capitale, però, le detrazioni sono calcolate su una rendita catastale decisamente inferiore a quella del capoluogo piemontese. Il valore massimo, in termini di rendita catastale, per accedere alle detrazioni massime è 450,00. Per detrazioni di livello inferiore, però, si può arrivare fino a 1.500 euro.

Leggi le news sui prestiti

Milano, invece, ha inciso pesantemente sulle seconde case applicando la maggiorazione massima consentita e portando l'aliquota a 11,4 per mille. Anche in questo caso le detrazioni sono differenti, infatti la detrazione massima è solo per gli immobili con una rendita catastale di 300,00 euro. E' utile ricordare che la Tasi è anche sulle spalle degli inquilini che dovranno, a seconda di quanto stabilito dal comune, pagare dal 10% al 30% dell'aliquota imposta al proprietario.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016