Excite

Abolizione dell' Imu: Berlusconi promette

L'Imu è la tassa che il Paese ama meno perché colpisce un bene molte volte ottenuto con grandi sacrifici. Con la proposta di abolizione dell'Imu Berlusconi, durante le elezioni del 2013, si è impegnato con i cittadini a restituire quanto versato e ad eliminare la tassa per il futuro chiarendo anche quale dovrebbe essere la copertura finanziaria.

    Youtube.com

La tassazione dei conti italiani in Svizzera

Berlusconi ha assicurato che già durante il primo Consiglio dei Ministri l'Imu sarà soppressa e i soldi versati per il pagamento della tassa saranno restituiti agli italiani. Eliminare un tassa e restituire gli importi versati vuol dire, però, trovare le risorse per un gettito finanziario che viene a mancare. Da quando il presidente del Pdl, Silvio Berlusconi, durante la campagna elettorale ha lanciato il suo breve ma efficace messaggio sono iniziati molti discorsi circa la congruità della copertura finanziaria necessaria per tale impegno e le conseguenze generali. Con l'abolizione dell'Imu sulla prima casa il gettito finanziario a cui lo Stato sarebbe costretto a rinunciare si aggira intorno ai 4 miliardi, da questo beneficio sono escluse le abitazioni di lusso.

Renato Brunetta, economista e coordinatore dei dipartimenti del Pdl, ha parlato dell'accordo fiscale con la Svizzera, accordo proposto per la tassazione dei conti italiani nelle banche elvetiche. Una volta concluso questo patto si otterrebbero le risorse di circa 30 miliardi. Alcune voci antagoniste sottolineano che tale concordato sembra slittare nel tempo, forse al 2015, mentre secondo Brunetta la Svizzera è pronta a siglare il patto appena sarà formato il governo. Inoltre se i tempi non dovessero essere celeri è stata ipotizzata dal Pdl la richiesta di un prestito presso la Cassa Depositi e Prestiti per disporre della somma da restituire agli italiani, prestito che sarà pagato con gli interessi in attesa dell'accordo con la Svizzera.

Questa entrata una tantum servirebbe per la restituzione della tassa mentre l'abolizione dell'Imu, secondo Berlusconi, sarebbe coperta dai proventi derivanti dalle accise su alcol e tabacchi (oltre 1700 milioni), dal contrasto all'illegalità e al contrabbando (oltre 1800 milioni), dai giochi per 250 milioni ed infine dalla tassa sui succedanei per un totale di 4 miliardi: la cifra che occorre.

Se salta l'accordo con la Svizzera

Restituire l'Imu significa però affrontare costi più alti delle cifre ipotizzate dal Pdl in quanto la restituzione comporta anche oneri diversi. Inoltre bisogna ricordare che l'accordo con la Svizzera potrebbe non concretizzarsi anche a causa di un possibile referendum. Comunque molti italiani sapendo del possibile patto potrebbero spostare altrove i loro conti e le cifre che il governo otterrebbe dalla tassazione, di conseguenza, sarebbero inferiori. Diventerebbero, così, difficili la restituzione e l'abolizione dell' Imu promesse da Berlusconi.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016